Ecco cosa fare a zakopane se piove
Diario dalla Polonia,  Itinerari Accessibili

Cosa fare a Zakopane in inverno quando piove

Volevamo andare a vedere Zakopane da quando siamo arrivate in Polonia. Siamo amanti della montagna e l’idea di venire a farci una sciata qui, la “Cortina d’Ampezzo” della Polonia, era una cosa che dovevamo fare. Finalmente siamo riuscite ad arrivare a Zakopane, in un venerdì pomeriggio di fine gennaio: vento, pioggia e caldo. Non potevamo andare a sciare. Quindi cosa fare a Zakopane?

Cosa fare a Zakopane con una bambina di 9 anni se piove?

Dovevamo trovare qualcosa di alternativo. Lei avrebbe voluto sciare, ma c’era veramente un vento troppo forte e farla sciare con un maestro che non parlava italiano, con lei che ancora non sa bene l’inglese, diventava troppo complicato. Non avrebbe capito eventuali indicazioni in caso di emergenza. E c’era pure l’allerta “scioglimento neve” perché le temperature erano troppo alte. Le cose da vedere a Zakopane non mancano in realtà, ma non tutte interessano a una bambina di 9 anni. Per esempio non le interessava vedere il museo dello stile Zakopane, o quello del musicista Karol Maciej Szymanowski, secondo musicista polacco dopo Chopin. Dovevamo trovare altre soluzioni. Meno “culturali” e più divertenti.

La casa sottosopra di Zakopane

La prima idea. Visitare la casa sotto sopra. Ne avevamo vista una a Baltow, ma non eravamo entrati. E non potevamo farci sfuggire questa occasione. Dal campeggio Pod Krokwia, che avevamo scelto per comodità rispetto alle piste, e perchè ha una splendida vista sui trampolini olimpici, cosa che mi ricorda tempi lontani, abbiamo preso un taxi, perché la casa si trova nella zona opposta di Zakopane. Il costo del biglietto è di 11 ZTL per gli adulti e 9 per i bambini (poco più di 2 euro a persona). La casa è accessibile in sedia a rotelle solo da fuori, per entrare ci sono due gradini e dentro, per chi ha difficoltà motorie, è complicato anche solo stare in piedi.

Ho mandato Andrea con un’amica a fare qualche foto. Mi hanno riferito che dentro, soprattutto al secondo piano, è particolarmente difficile stare in piedi e si ha un senso di “movimento” anche se in realtà la casa è fermissima. La nostra mente gioca strani scherzi.

Il museo del formaggio Oscypek

Le guide, cartacee e online, indicavano un piccolo museo, vicino all’hotel Acquarius. Siamo andate a piedi. Io in sedia a rotelle sulla neve, attraverso il parco. Una fatica tremenda ma ne è valsa la pena. Andrea affondava nella neve fresca, morbida per via delle temperature, in alcuni punti anche fino al ginocchio. Io mi sono tenuta sulla strada battuta. Il museo è accessibile e ve ne parlo meglio in un altro post. Sappiate che ne vale la pena. Abbiamo trovato un ragazzo giovane che si è anche improvvisato traduttore. La spiegazione è tutta in polacco, ma lui ci traduceva tutto, leggende comprese, in inglese. E io poi facevo la traduzione in italiano. Per farvi capire: il tutto dura un paio di ore, la mia traduzione in italiano, posso ripeterla in 4 minuti netti. Andrea si è divertita molto a provare a fare il formaggio. L’indirizzo del museo del formaggio è ul. Jagiellonska 28. Ha anche un piccolissimo spaccio dove potete acquistare i formaggi alla fine della dimostrazione. Leggi di più in questo post.

Mezza giornata all’acqua Park

Se poi avete ancora tempo e volete rilassarvi mentre vostra figlia si diverte, potete attraversare la strada e infilarvi all’Aqua Park di Zakopane. E’ un parco acquatico che ha piscine coperte con scivoli e esterne con acqua calda. Ci sono idromassaggi sparsi ovunque e un bel bar. Quasi tutte le piscine hanno accesso facilitato per disabili motori, barre laterali per potersi tenere e in alcune scivolo per ingresso invece dei gradini. Il disabile paga, se in sedie a rotelle e accompagnato paga ridotto e l’accompagnatore paga pieno. Una volta dentro ha tutto l’aiuto che desidera, compreso il sollevatore per entrare in acqua. Per i bambini è divertimento assicurato.

Quindi se siete a Zakopane in inverno e non sapete cosa fare oltre a sciare, queste possono essere alcune idee. Noi torneremo a Zakopane in primavera per vedere un paio di musei e provare un paio di escursioni accessibili. Se volete restare aggiornati iscrivetevi alla mia newsletter

Vi scriverò ogni 15 giorni dandovi le ultime notizie e qualche guida omaggio ogni tanto. Se invece volete informazioni su come organizzare il vostro viaggio a Zakopane, scrivetemi e vi darò tutti i consigli che posso. Intanto guardate anche questo video della nostra gita a Zakopane.

23 Comments

  • deborah lumachi

    La casa sotto sopra è davvero bella, la devo assolutamnete vedere, poi l’acqua park credo che sia d’obbligo fare questa tappa, non solo per chi ha bambini. Grazie per avermi fatto conoscere questi posti.

  • Nicoletta

    Sofia che sfortuna però!!! Un po’ come sta succedendo a chi è stato a Cortina le scorse settimane…trova tutto meno che la neve!!!
    Al di là di ciò, ho visto dalle foto un comune molto caratteristico, con tante alternative da offrire!!!
    Nicoletta

    • mammahalerotelle

      In realtà la neve c’era e anche tanta 🙂 solo che sciare con raffiche di vento e pioggia che rendeva il fondo rischioso non era il massimo

  • Carola

    La casa sottosopra è fantastica, non ne ho mai viste! 😀 Bella questa avventura che state vivendo, tante nuove esperienze per te, ma per la tua piccola sicuramente indimenticabili. Bisogna sempre trovare qualcosa che possa coinvolgere e attirare i bambini, nonostante l’inverno. A dire il vero, interesserebbe anche me capire come fare il formaggio!

  • Erika Cammarata

    Sono rimasta colpitissima dal tuo articolo. Primo per la casa sotto sopra, che mi ha ricordato, per certi versi, la casa di Prezzemolo di Gardaland. Anche in quel caso, si ha come la sensazione si essere ribaltati, proprio perché nei vari movimenti, la casa si ribalta, ma tu sei ferma!!!! Splendido. Mi piacerebbe un sacco farci visita. Per l’accessibilità, purtroppo molti posti sono ancora sprovvisti di aiuti, ed è un vero peccato!!! Il museo del formaggio invece è una gita un po’ più classica. Rimanendo in Italia, sono stata sui monti del nord a veder fare il formaggio o i prosciutti. La casa ribaltata invece penso sia una cosa più particolare.

  • anna di

    Ma che bello questo paese, la Cortina della Polonia, non ne avevo mai sentito parlare. Credo che anceh se non avete sciato avete trovato ottime alternative, è un paese ricco di cose da vedere e sperimentare, mi piace molto. Il nome poi non so perchè ma mi da l’idea di un luogo fuori dal tempo.

  • Laura Ambrosi

    Ho amici polacchi che mi dicono sempre che la loro terra è stupenda e che è bellissimo viverla…se un giorno dovessi visitare questo luogo terrò a mente i tuoi consigli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.